Storia e foto gallery

Per conoscere le origini della storica Bottega del Vino si deve andare indietro nel tempo.

Al XVI secolo, periodo della Serenissima Repubblica di Venezia. La storia inizia qui , quando il suo nome, Osteria lo Scudo di Francia, si doveva ancora al consolato francese ospite al piano superiore.

XVIII e XIX secolo. La Bottega cambia nome sotto la dominazione austriaca. Diventa la Biedemeier, in onore al movimento romantico d’oltralpe, è tuttora visibile l’influenza di quel periodo soprattutto negli interni.

Sul finire del XIX la Bottega fu acquistata dalla Cantina Sociale di Soave che l’aveva denominata Spaccio vini Cantina Sociale in quanto adibita alla vendita alla spina del San Lorenzo proveniente dall’omonimo vigneto di Soave.

Nel 1890 l’attività passò nelle mani dei fratelli Sterzi, famiglia molto nota al tempo in città, che ne diedero lo storico nome Bottega del Vino.

E giungiamo al XX secolo. Nel 1957 venne acquistata dalla famiglia Rizzo-Grigolo, che la trasforma in un ristorante vero e proprio, grazie anche al gestore Silvano Piacentini che si curò di arricchirne la cantina anche con vini internazionali.

Nel 1987 Severino Barzan e Giovanni Pascucci consolidano la secolare tradizione della Bottega, conferendogli quel memorabile alone mistico e contemplativo che ancora oggi si respira al suo interno.

Nel 2011 è l’amore scaligero a spingere Le Famiglie dell’Amarone al passo dell’acquisto.

 

 

More in this category: Gallery protagonisti »

Le Famiglie dell'Amarone